Atropina Farmigea 1% 5fl 0,5ml Atropina solfato

Tipo prodotto: Farmaco etico
Principio Attivo: Atropina solfato (3 equivalenti)
Prezzo: 10.20 EUR (IVA: 10%)
Classe: C
ATC: S01FA01 Atropina
Azienda: Farmigea Spa info@farmigea.it (01589970506)
Ricetta: RR - ricetta ripetibile 10 volte in 6 mesi
SSN: Non concedibile
Forma: Collirio
Contenitore: Contenitore monodose
Conservazione: Nessuna particolare condizione di conservazione
Scadenza: 36 mesi

Domande: qual è il nome commerciale di Atropina Farmigea?

ATROPINA FARMIGEA 1% COLLIRIO, SOLUZIONE

Domande: quali sostanze e principi attivi contiene Atropina Farmigea?

100 ml di collirio contengono: principio attivo: atropina solfato 1 g. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

Domande: Quali eccipienti contiene Atropina Farmigea? Atropina Farmigea contiene lattosio o glutine?

Acido borico; borace; acqua per preparazioni iniettabili.

Domande: a cosa serve Atropina Farmigea? Per quali malattie si prende Atropina Farmigea?

Midriatico cicloplegico per globo oculare e suoi annessi lesi per eventi chirurgici e/o traumatici e per ustioni e causticazioni.

Domande: quando non bisogna prendere Atropina Farmigea?

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Controindicato in pazienti con glaucoma o tendenza al glaucoma, asma, stenosi pilorica e con aderenze tra iride e lente dell’occhio.

Domande: come si prende Atropina Farmigea? qual è il dosaggio raccomandato di Atropina Farmigea? Quando va preso nella giornata Atropina Farmigea

Secondo le specifiche necessità caso per caso, 2 o più gocce (20 gocce di "Collirio Monodose" equivalgono mediamente ad un volume di 0,5 ml) instillate nel sacco congiuntivale, od eventualmente introdotte sottocongiuntiva od in sito retrobulbare.

Domande: Atropina Farmigea va conservato in frigo o a temperatura ambiente? Una volta aperto Atropina Farmigea entro quanto tempo va consumato?

Conservare a temperatura ambiente.

Domande: a cosa bisogna stare attenti quando si prende Atropina Farmigea? Quali sono le precauzioni da osservare durante la terapia con Atropina Farmigea?

Il medicinale non contiene conservanti ad azione antimicrobica atti a preservarlo da inquinamento occasionale in fase d’uso. È pertanto necessario usare il "Collirio Monodose" per una singola medicazione e in un singolo paziente, e successivamente gettare la parte non utilizzata del "Collirio Monodose". Il collirio non deve essere impiegato nei bambini sotto i tre anni di età. Un eccesso di dose in bambini o in soggetti particolarmente predisposti può provocare reazioni tossiche generali. Usare con cautela nei pazienti oltre i 40 anni per il pericolo di scatenare un glaucoma non rilevato precedentemente. Il prodotto, se accidentalmente ingerito o se impiegato per lungo periodo a dosi eccessive, può determinare fenomeni tossici.

Tenere il medicinale fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

Domande: Quali farmaci non vanno presi insieme a Atropina Farmigea? Quali alimenti possono interferire con Atropina Farmigea?

Non sono note.

Domande: Quali sono gli effetti collaterali di Atropina Farmigea? Devo sospendere la terapia se ho degli effetti collaterali dovuti a Atropina Farmigea?

Deficienza della secrezione salivare, ritardo nella secrezione gastrica, abbassamento di tono dei muscoli dell’intestino e stitichezza. Può diminuire di tono anche la vescica urinaria e la velocità di minzione, ed una ritenzione urinaria acuta è un rischio specialmente negli anziani. Le secrezioni nasali, bronchiali e lacrimali diminuiscono e ciò potrebbe portare una irritazione delle mucose normalmente lubrificate da esse. Si può anche verificare tachicardia con palpitazione, varie forme di disritmia, ed inoltre fotofobia ed aumento della pressione endoculare.

Domande: Cosa devo fare se per sbaglio ho preso una dose eccessiva di Atropina Farmigea? Quali sintomi dà una dose eccessiva di Atropina Farmigea?

Un eccesso di dose in bambini o in soggetti particolarmente predisposti, può provocare reazioni tossiche generali. L’effetto midriatico dell’Atropina collirio è antagonizzato dalla Pilocarpina collirio e dall’Acetilcolina.

Domande: Atropina Farmigea si può prendere in gravidanza? Atropina Farmigea si può prendere durante l'allattamento?

Nelle donne in stato di gravidanza il collirio può essere somministrato soltanto in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.
Categoria farmacoterapeutica: oftalmologici, anticolinergici. Codice ATC: S01FA01. L’Atropina è un midriatico ad azione diretta sul parasimpatico che viene usato in oculistica per via topica congiuntivale. L’Atropina agisce paralizzando i recettori colinergici periferici, che vengono resi insensibili all’azione della acetilcolina che si libera dalle terminazioni vegetative parasimpatiche; questa sua azione elettiva spiega le azioni farmacoterapeutiche del prodotto. Midriatico di largo impiego, viene assorbito per via congiuntivale e normalmente determina, dopo 30–40 minuti, una forte midriasi che può durare diversi giorni.
L’Atropina viene assorbita rapidamente nel tratto gastrointestinale e dalle superfici mucose quando applicata localmente, ma l’assorbimento è molto limitato quando somministrata per collirio. L’Atropina viene metabolizzata nel fegato ma una parte (13%) viene eliminata immodificata con le urine. L’Atropina passa la barriera placentare ed entra nella circolazione fetale.
Molte specie animali mostrano una elevata tolleranza all’Atropina a causa della genetica presenza nel loro organismo di atropina–esterasi. Questo enzima non è presente nell’uomo, per cui l’assunzione di dosi elevate determina caratteristici fenomeni tossici, dose–dipendenti, che iniziano con inibizione della sudorazione, secchezza della bocca, sete, per evolvere poi in tachicardia, cefalea, ipertermia, difficoltà della minzione, ed arrivare fino ad atassia, allucinazioni e coma, per le dosi alte (0,15 mg/Kg circa).