Antisettico Astringente S Coll Zinco fenolsolfonato/Sulfacetamide sodica/Nafazolina cloridrato/Lidocaina cloridrato

Tipo prodotto: Farmaco etico
Principio Attivo: Zinco fenolsolfonato/Sulfacetamide sodica/Nafazolina cloridrato/Lidocaina cloridrato
Prezzo: 7.30 EUR (IVA: 10%)
Classe: C
ATC: S01AB Sulfonamidi
Azienda: Bruschettini Srl bruschettini@aleph.it (00265870105)
Ricetta: SOP - ricetta non richiesta
SSN: Non concedibile
Forma: Collirio
Contenitore: Flaconcino contagocce
Conservazione: Non conservare al di sopra di +30 gradi
Scadenza: 60 mesi
Lattosio: No

Domande: qual è il nome commerciale di Antisettico Astringente S?

ANTISETTICO ASTRINGENTE SEDATIVO COLLIRIO

Domande: quali sostanze e principi attivi contiene Antisettico Astringente S?

100 ml contengono. Principi attivi: Zinco solfofenato g 0,500, Sulfacetamide sodica g 3, Nafazolina cloridrato g 0,005, Lidocaina cloridrato g 0,750. Per gli eccipienti vedere paragrafo 6.1.

Domande: Quali eccipienti contiene Antisettico Astringente S? Antisettico Astringente S contiene lattosio o glutine?

Ammonio cloruro, esteri p-ossibenzoici, sodio mertiolato, acqua distillata sterile.

Domande: a cosa serve Antisettico Astringente S? Per quali malattie si prende Antisettico Astringente S?

Terapia delle congiuntiviti semplici.

Domande: quando non bisogna prendere Antisettico Astringente S?

Ipersensibilità verso i componenti del prodotto.

Domande: come si prende Antisettico Astringente S? qual è il dosaggio raccomandato di Antisettico Astringente S? Quando va preso nella giornata Antisettico Astringente S

Istillare 1 goccia, due o più volte al giorno, nel fornice congiuntivale inferiore. Dopo l'istillazione mantenere l'occhio chiuso per qualche istante. Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate. Un dosaggio superiore del prodotto anche se assunto per via topica e per breve periodo di tempo può dar luogo ad effetti sistemici gravi.

Domande: Antisettico Astringente S va conservato in frigo o a temperatura ambiente? Una volta aperto Antisettico Astringente S entro quanto tempo va consumato?

Conservare a temperatura non superiore a 30°C. Il prodotto non deve essere utilizzato oltre i 30 giorni dopo la prima apertura del contenitore.

Domande: a cosa bisogna stare attenti quando si prende Antisettico Astringente S? Quali sono le precauzioni da osservare durante la terapia con Antisettico Astringente S?

Non superare le dosi indicate. Non somministrare per oltre sette giorni consecutivi senza consultare il medico. Non somministrare a bambini di età inferiore a sei anni. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Se compaiono fenomeni di sensibilizzazione interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea.

Domande: Quali farmaci non vanno presi insieme a Antisettico Astringente S? Quali alimenti possono interferire con Antisettico Astringente S?

Non sono note.

Domande: Quali sono gli effetti collaterali di Antisettico Astringente S? Devo sospendere la terapia se ho degli effetti collaterali dovuti a Antisettico Astringente S?

Non sono stati segnalati effetti indesiderati correlabili al farmaco.

Domande: Cosa devo fare se per sbaglio ho preso una dose eccessiva di Antisettico Astringente S? Quali sintomi dà una dose eccessiva di Antisettico Astringente S?

Dato lo scarso assorbimento sistemico, gli effetti del sovradosaggio sono estremamente rari ad eccezione dei casi di ingestione accidentale. Se ciò accadesse praticare terapia sintomatica.

Domande: Antisettico Astringente S si può prendere in gravidanza? Antisettico Astringente S si può prendere durante l'allattamento?

Nelle donne in gravidanza accertata o presunta e durante il periodo dell'allattamento, il prodotto va somministrato in caso di effettiva necessità, secondo il parere del medico.
Gruppo farmacoterapico: prodotti oftalmologici, antimicrobici, sulfonamidici. Il collirio svolge un'azione chemioterapica topica. il collirio previene e cura infezioni flogistiche da germi Gram + e Gram -.
Somministrato per instillazione congiuntivale, lo zinco non viene praticamente assorbito e viene escreto prevalentemente con lo stesso meccanismo della fase acquosa del film lacrimale. Non vengono riportati dati relativi alla farmacocinetica della nafazolina, tuttavia risulta che tra i farmaci simpaticomimetici topici, i derivati dell’imidazolina presentano, se applicati su mucosa normale e ai dosaggi utilizzati in terapia umana, un assorbimento sistemico molto modesto. La sulfacetamide sodica, applicata topicamente sulla congiuntiva, raggiunge concentrazioni elevate nei tessuti e nei liquidi oculari. E’ ben noto l’assorbimento della lidocaina a livello epiteliale.
Tossicità per via orale:la dose massima di ml 2,5/kg nel ratto., non ha provocato alcun decesso nè alcun effetto tossico. Tossicità orale sub-acuta: ml 0,5%/kg/die per 30 giorni nel ratto non hanno fatto registrare alcun effetto tossico sistemico. Parametri biochimici normali.Il collirio non svolge alcun effetto allergizzante nè alcuna azione irritante sulla congiuntiva.