Ananase 20cpr Riv 40mg Bromelina

Tipo prodotto: Farmaco etico
Principio Attivo: Bromelina (5 equivalenti)
Classe: C
ATC: M09AB03 Bromelaina
Azienda: Programmi Sanit.Integrati Srl (12489730155)
Ricetta: SOP - ricetta non richiesta
SSN: Non concedibile
Forma: Compresse rivestite
Contenitore: Blister
Conservazione: Nessuna particolare condizione di conservazione
Scadenza: 60 mesi
Lattosio: Si
Glutine: No

Domande: qual è il nome commerciale di Ananase?

ANANASE 40 MG COMPRESSE RIVESTITE

Domande: quali sostanze e principi attivi contiene Ananase?

Ogni compressa rivestita di ANANASE contiene:

PRINCIPIO ATTIVO Bromelina mg 40,000 (pari a 40 U.P.F.U.).

ECCIPIENTI Lattosio; saccarosio. Per l’elenco completo degli eccipienti vedere paragrafo 6.1.

Domande: Quali eccipienti contiene Ananase? Ananase contiene lattosio o glutine?

Calcio fosfato bibasico anidro, lattosio monoidrato, calcio fosfato bibasico biidrato, macrogol 4000, amido di mais, silice colloidale, talco, magnesio stearato, acido stearico, eudragit l30 d–55, trietilcitrato, simeticone, gelatina, saccarosio, cere in polvere, opalux as–23014 (saccarosio, giallo di chinolina, biossido di titanio, giallo arancio s, polivinilpirrolidone, benzoato di sodio).

Domande: a cosa serve Ananase? Per quali malattie si prende Ananase?

Processi edemigeni di natura flogistica in campo medico e chirurgico.

Domande: quando non bisogna prendere Ananase?

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Il prodotto è controindicato nei malati con emofilia e con diatesi emorragiche come nel caso di epato e nefropatie gravi; ulcera peptica. Per la presenza di lattosio tra gli eccipienti di Ananase i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit di Lapp lattasi, o da malassorbimento di glucosio–galattosio, non devono assumere questo medicinale (vedere paragrafo 4.4) Per la presenza di saccarosio tra gli eccipienti di Ananase i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio/galattosio o da insufficienza di sucrasi–isolattasi, non devono assumere questo medicinale (vedere paragrafo 4.4)

Domande: come si prende Ananase? qual è il dosaggio raccomandato di Ananase? Quando va preso nella giornata Ananase





Adulti
La posologia ottimale di attacco è di 1 compressa rivestita, quattro volte al dì. 1 compressa rivestita 2–3 volte al dì come terapia di mantenimento. Le compresse rivestite devono essere deglutite intere, possibilmente a stomaco vuoto.



Bambini
L’esperienza sull’uso di Ananase nei bambini è limitata; fino a quando non saranno acquisiti dati sufficienti sulla sicurezza ed efficacia, l’uso del medicinale è da riservare a soggetti adulti (vedere paragrafo 4.4).

Domande: Ananase va conservato in frigo o a temperatura ambiente? Una volta aperto Ananase entro quanto tempo va consumato?

Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

Domande: a cosa bisogna stare attenti quando si prende Ananase? Quali sono le precauzioni da osservare durante la terapia con Ananase?

Nelle donne in stato di gravidanza e nell’infanzia usare solo in caso di effettiva necessità e sotto diretto controllo del medico. L’esperienza sull’uso di Ananase nei bambini è limitata; fino a quando non saranno acquisiti dati sufficienti sulla sicurezza ed efficacia, l’uso del medicinale è da riservare a soggetti adulti. Si consiglia di controllare gli indici della coagulazione nei pazienti con emofilia e con diatesi emorragica. La bromelina va utilizzata con particolare cautela nei pazienti affetti da grave epatopatia o insufficienza renale suggerisce l’interruzione del trattamento e l’istituzione di una terapia idonea. I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit di Lapp lattasi, o da malassorbimento di glucosio–galattosio, non devono assumere questo medicinale (vedere paragrafo 4.3) I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio–galattosio o da insufficienza di sucrasi–isomatasi, non devono assumere questo medicinale (vedere paragrafo 4.3)

Domande: Quali farmaci non vanno presi insieme a Ananase? Quali alimenti possono interferire con Ananase?

L’associazione di ANANASE agli anticoagulanti ne richiede spesso un adeguato aggiustamento della posologia.

Domande: Quali sono gli effetti collaterali di Ananase? Devo sospendere la terapia se ho degli effetti collaterali dovuti a Ananase?

Sono stati segnalati casi di nausea, vomito, diarrea e, raramente, casi di menorragia e metrorragia. Occasionalmente possono verificarsi situazioni allergiche cutanee, eritema, prurito e in rari casi attacchi d’asma.


Classificazion

es

istemica

organica


Molto

comuni

≥1/10


Comuni da

≥1/100 a

≤1/10


Non comuni

da ≥1/1,000

a ≤1/100


Rari da

≥ 1/10,000

a ≤ 1/1,000


Molto rari

≤1/10,000


Non noti*


Patologie

gastrointestina

li
  Nausea, vomito, diarrea        
Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche       Attacco asmatico    
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo       Reazione cutanea allergica, eritema, prurito    
Patologie Prurito dell’apparato riproduttivo e della mammella       Menorragia, metrorragia    
* la cui frequenza non può essere valutata dai dati disponibili.

Domande: Cosa devo fare se per sbaglio ho preso una dose eccessiva di Ananase? Quali sintomi dà una dose eccessiva di Ananase?

Non sono noti casi di sovradosaggio accidentali e intenzionali nell’uomo con comparsa di sintomi tossici.

Domande: Ananase si può prendere in gravidanza? Ananase si può prendere durante l'allattamento?

Per la bromelina non sono disponibili dati clinici relative a gravidanze esposte. Gli studi su animali (ratti e conigli) non hanno evidenziato effetti embriotossici o teratogeni. Pertanto, Ananase va somministrato in gravidanza e durante l’allattamento solo in caso di effettiva necessità e sotto diretto controllo medico.
Categoria farmacoterapeutica: altri agenti ematologici – enzimi. ATC: B06AA. La bromelina somministrata i.p. e per os alle dosi di 5–10 mg/kg riduce nell’animale l’edema e l’infiammazione da istamina, formalina, destrano, carragenina ed albumina d’uovo. A livello del tessuto infiammatorio riduce la vasodilatazione, l’aumento della permeabilità capillare, la migrazione leucocitaria e il dolore locale inibendo la formazione di bradichinina e serotonina.
L’assorbimento della bromelina dopo somministrazione orale presenta una grande variabilità individuale. L’emivita plasmatica è compresa tra 6 e 9 ore.


DL50 per somministrazioni orali: nessuna tossicità a dosi superiori a 10 mg/kg per tutti gli animali testati.

Per le altre vie di somministrazione (i.p. e i.v.): la DL50 varia a seconda degli animali da 20 a 85 mg/kg.

Nelle somministrazioni prolungate per os in animali roditori e non roditori nessuna variazione è stata notata, in confronto ai controlli, per i parametri fisico–biologici. Tossicità fetale: assente.