Acqua Pi 30fl 250ml Acqua per preparazioni iniettabili

Tipo prodotto: Farmaco generico
Principio Attivo: Acqua per preparazioni iniettabili (13 equivalenti)
Prezzo: 56.05 EUR (IVA: 10%)
Classe: C
ATC: V07AB Solventi e diluenti, comprese le soluzioni detergenti
Azienda: Baxter Spa (00492340583)
Ricetta: SOP - ricetta non richiesta
SSN: Non concedibile
Forma: Solvente uso parenterale
Contenitore: Flacone
Conservazione: Nessuna particolare condizione di conservazione
Scadenza: 36 mesi

Domande: qual è il nome commerciale di Acqua Pi?

ACQUA PER PREPARAZIONI INIETTABILI BAXTER

Domande: quali sostanze e principi attivi contiene Acqua Pi?



Acqua sterile ed apirogena per preparazioni iniettabili Esaminata in condizioni ottimali di visibilità, è limpida, incolore ed esente da particelle in sospensione. Non deve contenere agenti antimicrobici o altri additivi.

Domande: Quali eccipienti contiene Acqua Pi? Acqua Pi contiene lattosio o glutine?

L’acqua per preparazioni iniettabili non deve contenere agenti antimicrobici o altri additivi

Domande: a cosa serve Acqua Pi? Per quali malattie si prende Acqua Pi?

Allestimento di preparazioni iniettabili (diluizione e ricostituzione di farmaci per somministrazione parenterale).

Domande: quando non bisogna prendere Acqua Pi?

L’acqua per preparazioni iniettabili rappresenta il veicolo per diversi farmaci, pertanto per le controindicazioni, si rimanda al paragrafo 4.3 del Riassunto delle caratteristiche del prodotto relativo al farmaco che si intende somministrare. Non deve essere somministrata da sola.

Domande: come si prende Acqua Pi? qual è il dosaggio raccomandato di Acqua Pi? Quando va preso nella giornata Acqua Pi

Utilizzare per soluzioni, diluizioni o sospensioni estemporanee di medicamenti iniettabili o di altre preparazioni sterili. Seguire le istruzioni per l’uso dei farmaci aggiunti per i volumi e la via di somministrazione. Scegliere il volume da impiegare in base alle esigenze di diluizione della preparazione iniettabile. La velocità di somministrazione dipenderà dal regime di dosaggio del farmaco prescritto. Dopo adeguata miscelazione dell’additivo prescritto, il dosaggio è di solito dipendente dall’età, peso e condizioni cliniche del paziente come pure dai risultati di laboratorio.

Domande: Acqua Pi va conservato in frigo o a temperatura ambiente? Una volta aperto Acqua Pi entro quanto tempo va consumato?

Nessuna particolare precauzione.

Additivi La stabilità chimica e fisica di qualsiasi additivo al pH dell’acqua per preparazioni iniettabili deve essere stabilita prima dell’uso. Da un punto di vista microbiologico, il prodotto diluito deve essere usato immediatamente a meno che la diluizione non abbia avuto luogo in condizioni asettiche controllate e validate. Se non viene usato immediatamente, i tempi e le condizioni di conservazione sono responsabilità dell’utilizzatore. Per le condizioni di conservazione dopo diluizione con il farmaco da somministrare, si rimanda al paragrafo 6.4 del Riassunto delle caratteristiche del prodotto del farmaco che si intende somministrare.

Domande: a cosa bisogna stare attenti quando si prende Acqua Pi? Quali sono le precauzioni da osservare durante la terapia con Acqua Pi?

Usare subito dopo l’apertura del contenitore. La soluzione deve essere limpida, incolore e priva di particelle visibili. L’eventuale residuo non può essere utilizzato. L’acqua per preparazioni iniettabili è ipotonica e NON deve essere somministrata da sola. Non usare per iniezione endovenosa se non viene resa isotonica da un soluto adatto. Quando l’acqua per preparazioni iniettabili viene usata come diluente di soluzioni ipertoniche, deve essere effettuata un’appropriata diluizione per rendere la soluzione isotonica.A seguito dell’infusione può verificarsi emolisi. A seguito dell’emolisi è stata riportata insufficienza renale indotta dall’emoglobina. Quando si somministrano grandi volumi, l’equilibrio ionico deve essere regolarmente monitorato. Le presentazioni da 500 e 1000 ml vanno usate come diluenti e non per diretta somministrazione endovenosa. La somministrazione continua può causare sovraccarico idrico, stato congestizio e riduzione di concentrazione degli elettroliti; la somministrazione continua senza aggiunta di potassio può causare ipokaliemia.

Domande: Quali farmaci non vanno presi insieme a Acqua Pi? Quali alimenti possono interferire con Acqua Pi?

Non sono stati effettuati studi sulle interazioni. L’acqua per preparazioni iniettabili rappresenta il veicolo per diversi farmaci, pertanto per le interazioni con altri medicinali, si rimanda al paragrafo 4.5 del Riassunto delle caratteristiche del prodotto relativo al farmaco che si intende somministrare.

Domande: Quali sono gli effetti collaterali di Acqua Pi? Devo sospendere la terapia se ho degli effetti collaterali dovuti a Acqua Pi?



Disturbi del metabolismo e della nutrizione La somministrazione continua può causare sovraccarico idrico, stato congestizio e riduzione di concentrazione degli elettroliti.

Patologie del sistema emolinfopoietico La somministrazione da sola dell’acqua per preparazioni iniettabili può causare emolisi. L’acqua per preparazioni iniettabili rappresenta il veicolo per diversi farmaci, pertanto per gli effetti indesiderati, si rimanda al paragrafo 4.8 del Riassunto delle caratteristiche del prodotto relativo al farmaco che si intende somministrare. Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco, sito web: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Domande: Cosa devo fare se per sbaglio ho preso una dose eccessiva di Acqua Pi? Quali sintomi dà una dose eccessiva di Acqua Pi?

L’acqua per preparazioni iniettabili rappresenta il veicolo per diversi farmaci, pertanto per il sovradosaggio, si rimanda al paragrafo 4.9 del Riassunto delle caratteristiche del prodotto relativo al farmaco che si intende somministrare. A seguito dell’infusione di grandi volumi di soluzioni ipotoniche può verificarsi emolisi usando acqua per preparazioni iniettabili come diluente (vedere paragrafo 4.4). In caso di sovradosaggio accidentale, il trattamento deve essere interrotto ed il paziente deve essere tenuto sotto osservazione per i segni ed i sintomi correlati al farmaco somministrato.

Domande: Acqua Pi si può prendere in gravidanza? Acqua Pi si può prendere durante l'allattamento?

L’acqua per preparazioni iniettabili rappresenta il veicolo per diversi farmaci, pertanto per le precauzioni da adottare in caso di gravidanza e allattamento, si rimanda al paragrafo 4.6 del Riassunto delle caratteristiche del prodotto relativo al farmaco che si intende somministrare.