Altergen 15garze Impregnate Sulfadiazina argentica/Acido ialuronico sale sodico

Tipo prodotto: Farmaco etico
Principio Attivo: Sulfadiazina argentica/Acido ialuronico sale sodico (2 equivalenti)
Prezzo: 15.00 EUR (IVA: 10%)
Classe: C
ATC: D03AX Altri cicatrizzanti
Azienda: Ibsa Farmaceutici Italia Srl info@ibsa.it (10616310156)
Ricetta: SOP - ricetta non richiesta
SSN: Non concedibile
Forma: Garze
Contenitore: Bustina/busta singola
Conservazione: Non superiore a +25 gradi
Scadenza: 36 mesi

Domande: qual è il nome commerciale di Altergen?

ALTERGEN

Domande: quali sostanze e principi attivi contiene Altergen?



Altergen 0,2% + 1% crema 100 g di crema contengono: Acido ialuronico sale sodico 0,20 g Sulfadiazina argentica 1,00 g



Altergen 2 mg + 40 mg garze impregnate
Ogni garza è imbibita con 4 g di crema con la seguente composizione percentuale: Acido ialuronico sale sodico 0,05 g Sulfadiazina argentica 1,00 g

Domande: Quali eccipienti contiene Altergen? Altergen contiene lattosio o glutine?





Altergen 0,2% + 1% crema
Polietilenglicole 400 monostearato, estere decilico dell’acido oleico, cera emulsionante, glicerolo, sorbitolo soluzione 70%, acqua depurata.



Altergen 2 mg + 40 mg garze impregnate
Polietilenglicole 4000, glicerolo, acqua depurata.

Domande: a cosa serve Altergen? Per quali malattie si prende Altergen?

Profilassi e trattamento locale di piaghe, ulcere varicose e ustioni.

Domande: quando non bisogna prendere Altergen?

Ipersensibilità individuale accertata verso i componenti.Altergen non deve essere impiegato nelle donne in gravidanza, nei prematuri e nei neonati nei primi mesi di vita.

Domande: come si prende Altergen? qual è il dosaggio raccomandato di Altergen? Quando va preso nella giornata Altergen

Altergen 0,2% + 1% crema: stendere su tutta la sede della lesione uno strato uniforme di crema di 2–3 mm di spessore, 1 o due volte al giorno. Altergen 2 mg + 40 mg garze impregnate: applicare 1 o più garze impregnate 2 o più volte al giorno a seconda dell’estensione delle lesioni. L’applicazione deve continuare senza interruzione, fino a completa cicatrizzazione.

Domande: Altergen va conservato in frigo o a temperatura ambiente? Una volta aperto Altergen entro quanto tempo va consumato?

Non conservare a temperatura superiore ai 25°C.

Domande: a cosa bisogna stare attenti quando si prende Altergen? Quali sono le precauzioni da osservare durante la terapia con Altergen?

Altergen deve essere utilizzato con cautela in soggetti che hanno manifestato precedenti allergie verso i sulfamidici ed in presenza di insufficienza epatica o renale.

Domande: Quali farmaci non vanno presi insieme a Altergen? Quali alimenti possono interferire con Altergen?

Enzimi proteolitici locali, applicati contemporaneamente ad Altergen, possono essere inattivati dalla presenza di ioni argento.

Domande: Quali sono gli effetti collaterali di Altergen? Devo sospendere la terapia se ho degli effetti collaterali dovuti a Altergen?

La somministrazione orale di sulfamidici può provocare una serie di effetti secondari quali insufficienza renale, epatite tossica, agranulocitosi, trombocitopenia, leucopenia ed eruzioni cutanee. Altergen è generalmente ben tollerato. In caso di trattamento di estese parti del corpo con Altergen, non si possono escludere gli effetti indesiderati classici dei sulfamidici somministrati per via sistemica. In caso di trattamento di lunga durata si raccomanda di controllare il numero dei leucociti.

Domande: Cosa devo fare se per sbaglio ho preso una dose eccessiva di Altergen? Quali sintomi dà una dose eccessiva di Altergen?

Non sono noti casi di sovradosaggio.

Domande: Altergen si può prendere in gravidanza? Altergen si può prendere durante l'allattamento?

Non esistendo esaurienti dati sperimentali sugli eventuali effetti collaterali del farmaco sul feto, Altergen non dovrebbe essere impiegato durante la gravidanza e nell’allattamento a meno che, a giudizio del medico, il suo impiego sia indispensabile.
Altergen è un’associazione di acido ialuronico e sulfadiazina argentica. L’acido ialuronico è un mucopolisaccaride acido che costituisce oltre il 50% della sostanza fondamentale del derma; si ritrova inoltre in concentrazioni elevate nell’umor vitreo, nel liquido sinoviale, nel funicolo ombelicale e nella cartilagine ossea. L’apporto locale di acido ialuronico determina l’accelerazione del processo di cicatrizzazione delle lesioni. La sulfadiazina argentica ha una notevole attività antibatterica su molti germi gram positivi e gram negativi e su molte specie di funghi. Notevole è la sua attività su Pseudomonas aeruginosa e Enterobacter pyogenes che sono i microrganismi più frequentemente riscontrabili nelle ferite ed ustioni infette. Grazie all’azione complementare dei due componenti attivi, Altergen previene l’infezione secondaria e favorisce la cicatrizzazione delle lesioni.
L’assorbimento di acido ialuronico e di sulfadiazina d’argento per via topica è clinicamente insignificante. I livelli plasmatici di sulfadiazina sono nettamente inferiori alla soglia per rischi di natura sistemica. Dopo applicazione cutanea di una dose terapeutica di Altergen risulta infatti assorbito mediamente solo l’1% della quantità di sulfamidico che viene assorbita dopo somministrazione orale di una dose terapeutica di sulfadiazina.
La DL50 – os e i.p. – nel ratto e nel topo dell’acido ialuronico è > a 200 mg/kg. La DL50 – os – nel topo della sulfadiazina è > a 10.000 mg/kg. Gli studi di tossicità cronica dell’acido ialuronico, eseguiti su varie specie di animali, non hanno evidenziato tossicità. La somministrazione a lungo termine di sulfadiazina ha determinato nefrotossicità solo a dosi orali molto elevate. Tra i costituenti attivi di Altergen non si stabiliscono interferenze di alcun genere relativamente a eventuali effetti tossici.L’associazione si è dimostrata priva di potere antigenico e dotata di ottima tollerabilità locale.