Abimono Crema Vag 30g 1%+appl Isoconazolo nitrato

Tipo prodotto: Farmaco etico
Principio Attivo: Isoconazolo nitrato (2 equivalenti)
Prezzo: 15.00 EUR (IVA: 10%)
Classe: C
ATC: G01AF07 Isoconazolo
Azienda: Farmitalia Srl farmitalia@farmitalia.net (03115090874)
Ricetta: SOP - ricetta non richiesta
SSN: Non concedibile
Forma: Crema vaginale
Contenitore: Tubetto
Conservazione: Nessuna particolare condizione di conservazione
Scadenza: 24 mesi
Lattosio: No
Glutine: No

Domande: qual è il nome commerciale di Abimono?

ABIMONO

Domande: quali sostanze e principi attivi contiene Abimono?

ABIMONO ovulo vaginale Un ovulo contiene Principio attivo: Isoconazolo nitrato g 0,6 Eccipienti: Acido Borico g 0,3 Gliceridi semisintetici g 2,4 ABIMONO crema vaginale 1% 100 g di crema contengono: Principio attivo: Isoconazolo nitrato g 1,00 Eccipienti: Sorbitanmonostearato g 1,00 Poliossietilen sorbitanmonostearato g 3,50 Alcool cetilstearilico g 5,00 Vaselina bianca g 10,00 Isopropil miristato g 10,00 Acido Borico g 1,00 Acqua purificata g 68,50 ABIMONO crema dermatologica 1% 100 g di crema contengono: Principio attivo: Isoconazolo nitrato g 1,00 Eccipienti: Polisorbato 60 g 3,50 Sorbitanmonostearato g 1,00 Alcool cetilstearilico g 5,00 Paraffina liquida g 10,00 Vaselina bianca g 10,00 Acqua distillata q.b. a g 100

Domande: a cosa serve Abimono? Per quali malattie si prende Abimono?

Indicazioni Ovulo – Crema vaginale: Infezioni vulvo–vaginali micotiche anche con superinfezione batterica. Crema dermatologica: Micosi superficiali della cute glabra o coperta da peli (dermatofizie, candidosi, pityriasis versicolor).

Domande: quando non bisogna prendere Abimono?

Ipersensibilità accertata o presunta ai componenti della specialità medicinale e ad altri derivati imidazolici antifungini.

Domande: come si prende Abimono? qual è il dosaggio raccomandato di Abimono? Quando va preso nella giornata Abimono



Ovulo vaginale: introdurre profondamente in vagina 1 ovulo da 600 mg. Le eventualità di un trattamento eccedente il primo giorno deve essere valutata dal medico curante.

Crema vaginale: una applicazione al giorno e per una settimana, salvo diversa prescrizione medica. Per l’uso, avvitare l’applicatore al tubo riempirlo completamente di crema, introducendolo poi in vagina e svuotandolo per pressione sullo stantuffo. Dopo ogni introduzione, smontare l’applicatore e gettare in appositi rifiuti. Il trattamento con ABIMONO non va praticato durante il periodo mestruale. E’ raccomandabile un contemporaneo uso di ABIMONO crema dermatologica da parte del partner.

Crema dermatologica: salvo diversa prescrizione medica, la posologia è di 2 applicazioni al giorno.

Domande: Abimono va conservato in frigo o a temperatura ambiente? Una volta aperto Abimono entro quanto tempo va consumato?

Ovulo vaginale: Non conservare a temperatura superiore a 30°C Crema vaginale e crema dermatologica: nessuna

Domande: a cosa bisogna stare attenti quando si prende Abimono? Quali sono le precauzioni da osservare durante la terapia con Abimono?



Ovulo–Crema vaginali: Durante il trattamento e nei giorni immediatamente seguenti è necessario, per evitare una reinfezione, cambiare quotidianamente e sterilizzare mediante bollitura, asciugamani e biancheria intima.

Crema dermatologica: Per assicurare il buon successo del trattamento, è necessario osservare scrupolosamente le precauzioni igieniche, tra le quali quella di asciugare con cura gli spazi interdigitali in caso di micosi localizzata ai piedi. Un trattamento locale delle infezioni da miceti deve avere in genere la durata di 2–3 settimane e talora anche di 4, nei casi ribelli (soprattutto a livello degli spazi interdigitali). Su specifica prescrizione medica sono possibili trattamenti anche di durata maggiore. Spesso è opportuno, in caso di lesioni, inserire tra le dita una compressa imbevuta di crema. In caso di applicazione al viso, evitare di porre l’ABIMONO a contatto degli occhi. L’uso specie se prolungato, dei prodotti per uso topico, può dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso occorre interrompere il trattamento ed istituire una terapia adeguata. Altrettanto dicasi in caso di sviluppo di microrganismi.TENERE IL MEDICINALE FUORI DALLA PORTATA E DALLA VISTA DEI BAMBINI

Domande: Quali farmaci non vanno presi insieme a Abimono? Quali alimenti possono interferire con Abimono?

Non sono state ravvisate interazioni negative con altri farmaci.

Domande: Quali sono gli effetti collaterali di Abimono? Devo sospendere la terapia se ho degli effetti collaterali dovuti a Abimono?

Ovulo–Crema vaginali: Con medicamenti di questo tipo sono stati riferiti bruciore ed irritazione vaginale, crampi pelvici, eruzioni cutanee e cefalea.In questi casi è necessario sospendere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Ugualmente ci si comporterà in caso di microrganismi non sensibili. Crema dermatologica: Fenomeni irritativi cutanei di insorgenza assai rara.

Domande: Cosa devo fare se per sbaglio ho preso una dose eccessiva di Abimono? Quali sintomi dà una dose eccessiva di Abimono?

Non sono noti casi di sovradosaggio.

Domande: Abimono si può prendere in gravidanza? Abimono si può prendere durante l'allattamento?

Nelle donne in stato di gravidanza, il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.
L’ABIMONO (isoconazolo nitrato) è dotato di bassa tossicità, infatti per somministrazione unica si è dimostrato privo di effetti tossici locali o sistemici, somministrato per via orale ha una DL di 2400, 73–2651,20 mg/Kg nel topo e 1923,40–2306,09 mg/Kg nel ratto. Anche per somministrazione ripetuta (90 gg) l’isoconazolo nitrato, sia per via epicutanea che per via orale è stato ben tollerato. Le prove di tossicità fetale hanno dimostrato che applicato per 15 giorni prima dell’accoppiamento e per tutta la durata della gravidanza, sia sulla cute integra che abrasa non ha influenzato l’accoppiamento, l’andamento della gravidanza, né il normale sviluppo embrio–fetale.