Neoborocillina 20past 1,2+20mg Diclorofenilcarbinolo/Sodio benzoato

Tipo prodotto: Farmaco da banco
Principio Attivo: Diclorofenilcarbinolo/Sodio benzoato
Classe: C
ATC: R02AA20 Vari
Azienda: Alfa Wassermann Spa info@alfawassermann.it (01189820689)
Ricetta: OTC - libera vendita
SSN: Non concedibile
Forma: Pastiglie
Contenitore: Blister opaco
Conservazione: Non conservare al di sopra di +30 gradi
Scadenza: 36 mesi

Domande: qual è il nome commerciale di Neoborocillina?



NEO BOROCILLINA "1,2 MG + 20 MG PASTIGLIE"

Domande: quali sostanze e principi attivi contiene Neoborocillina?

Una

pastiglia contiene: Principi attivi – 2,4 DICLOROBENZIL ALCOOL...... 1,2 mg – SODIO BENZOATO......................... 20 mg (equivalente a 17 mg di Acido benzoico) Eccipienti – mentolo.............................. 4,5 mg – saccarosio ................................. 906,384 mg

Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere 6.1

Domande: Quali eccipienti contiene Neoborocillina? Neoborocillina contiene lattosio o glutine?

Magnesio stearato, silice precipitata, mentolo, menta essenza, eucaliptolo, citrale, saccarosio.

Domande: a cosa serve Neoborocillina? Per quali malattie si prende Neoborocillina?

Antisettico del cavo orofaringeo.

Domande: quando non bisogna prendere Neoborocillina?

Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Le pastiglie sono controindicate nei bambini sotto i due anni, con predisposizione al laringospasmo e alle convulsioni.

Domande: come si prende Neoborocillina? qual è il dosaggio raccomandato di Neoborocillina? Quando va preso nella giornata Neoborocillina

Sciogliere lentamente in bocca una pastiglia ogni 2–3 ore, fino ad un massimo giornaliero di 8 pastiglie. Non superare le dosi consigliate.

Domande: Neoborocillina va conservato in frigo o a temperatura ambiente? Una volta aperto Neoborocillina entro quanto tempo va consumato?

Conservare a temperatura non superiore a 30° C.

Domande: a cosa bisogna stare attenti quando si prende Neoborocillina? Quali sono le precauzioni da osservare durante la terapia con Neoborocillina?

Le pastiglie di

Neo Borocillina per la presenza di mentolo, sono controindicate nei bambini inferiori ai due anni di età con predisposizione al laringospasmo e alle convulsioni. Devono essere usate con precauzione, e sotto il diretto controllo del medico, anche nei bambini di età superiore. Inoltre una pastiglia contiene una quantità di sodio pari a 3,22 mg. I soggetti che seguono regimi dietetici poveri di sodio devono tener presente che alla dose massima giornaliera consigliata di 8 pastiglie si raggiunge una quantità di sodio pari a 25,76 mg corrispondenti a circa 0,5 g di sale da cucina.Il prodotto contiene saccarosio, di ciò si deve tenere conto in caso di diabete o di diete ipocaloriche. Inoltre non è adatto per pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, malassorbimento glucosio–galatosio o insufficienza sucrasi–isomaltasi. L’impiego, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico orale può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso è necessario interrompere il trattamento e consultare il medico ai fini della istituzione di eventuale idonea terapia. Dopo breve periodo di trattamento senza risultati apprezzabili, consultare il medico. TENERE FUORI DALLA PORTATA E DALLA VISTA DEI BAMBINI.

Domande: Quali farmaci non vanno presi insieme a Neoborocillina? Quali alimenti possono interferire con Neoborocillina?

Evitare l’uso contemporaneo di altri antisettici.

Domande: Quali sono gli effetti collaterali di Neoborocillina? Devo sospendere la terapia se ho degli effetti collaterali dovuti a Neoborocillina?

Sono stati segnalati molto raramente: reazioni di ipersensibilità, sensazione di giramento di testa, insufficienza respiratoria, edema della glottide, vomito, malessere, sudorazione, edema delle braccia, edema polmonare, edema delle palpebre, edema del volto, orticaria, anemia emolitica, ittero. Il sodio benzoato è blandamente irritante della pelle e delle mucose.

Domande: Cosa devo fare se per sbaglio ho preso una dose eccessiva di Neoborocillina? Quali sintomi dà una dose eccessiva di Neoborocillina?

Non sono stati riportati casi di sovradosaggio. In caso di eventuale sovradosaggio dovranno essere adottati appropriati trattamenti sintomatici.

Domande: Neoborocillina si può prendere in gravidanza? Neoborocillina si può prendere durante l'allattamento?

Non vi sono dati adeguati riguardanti l’uso di 2,4–diclorobenzil alcool e sodio benzoato in donne in gravidanza. Nelle donne in stato di gravidanza e durante l’allattamento, il prodotto va somministrato in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.


Categoria farmacoterapeutica: antisettici del cavo orofaringeo. Codice ATC: R02AA03. Neo Borocillina è un utile mezzo per la cura sintomatica delle affezioni infiammatorie della bocca e del cavo faringeo. Il suo componente attivo principale è il

2,4 diclorobenzil alcool, farmaco antibatterico dotato di azione antisettica verso numerosi germi patogeni del cavo orale. Il prodotto contiene anche

sodio benzoato sale dell’acido benzoico di cui è nota l’azione blandamente antisettica e modificante le secrezioni delle vie respiratorie; il sale, in particolare esplica anche azione alcalinizzante, mucolitica, di tipo salino.
L’azione germicida dell’

acido benzoico si ha alla concentrazione dello 0,4%, quella batteriostatica allo 0,3 – 0,5%. Il benzoato di sodio è usato come espettorante (mg 200 – 500, una o più volte al giorno).
I dati non–clinici non rivelano rischi particolari per l’uomo sulla base di studi convenzionali di tossicità a dosi ripetute, genotossicità, potenziale cancerogeno, tossicità riproduttiva e sullo sviluppo neonatale.