Aureocort Crema 30g 3%+0,1% Triamcinolone/Clortetraciclina

Tipo prodotto: Farmaco etico
Principio Attivo: Triamcinolone/Clortetraciclina
Prezzo: 8.86 EUR (IVA: 10%)
Classe: C
ATC: D07CB01 Triamcinolone ed antibiotici
Azienda: Teofarma Srl amministrazione@teofarma.it (01423300183)
Ricetta: RR - ricetta ripetibile 10 volte in 6 mesi
SSN: Non concedibile
Forma: Crema dermatologica
Contenitore: Tubetto
Conservazione: Nessuna particolare condizione di conservazione
Scadenza: 36 mesi
Lattosio: No

Domande: qual è il nome commerciale di Aureocort?

AUREOCORT

Domande: quali sostanze e principi attivi contiene Aureocort?

100 g di pomata contengono: Principi attivi: Clortetraciclina cloridrato g 3,00 –Triamcinolone acetonide (9 o–fluoro–11B, 21 diidrossi–16 o, 17 oisopripilidendiossi – pregna – 1,4 diene – 3,20 dione) g 0,10

Domande: Quali eccipienti contiene Aureocort? Aureocort contiene lattosio o glutine?

Lanolina anidra, vaselina bianca.

Domande: a cosa serve Aureocort? Per quali malattie si prende Aureocort?

L’AUREOCORT Pomata per uso topico permette di sfruttare tanto l’azione antinfiammatoria del triamcinolone acetonide quanto quella antibiotica della clortetraciclina. Ciò ne rende possibile l’impiego nelle: dermatiti sensibili ai corticosteroidi per uso topico accompagnate da sovrainfezione batterica sensibile alla clortetraciclina; dermatiti batteriche da germi sensibili alla clortetraciclina accompagnate da evidenti reazione infiammatoria.

Domande: quando non bisogna prendere Aureocort?

Ipersensibilità nota verso i componenti; tubercolosi cutanea, herpes, varicella ed altre malattie micotiche e virali della cute da trattare. Acne rosacea. Ulcere cutanee. Non utilizzare con la tecnica del bendaggio occlusivo. Il prodotto non è per uso oftalmico.

Domande: come si prende Aureocort? qual è il dosaggio raccomandato di Aureocort? Quando va preso nella giornata Aureocort

L’AUREOCORT Pomata per uso topico deve essere applicata due o tre volte al giorno sull’area affetta, direttamente o spalmata su garza sterile.

Domande: Aureocort va conservato in frigo o a temperatura ambiente? Una volta aperto Aureocort entro quanto tempo va consumato?

Nessuna.

Domande: a cosa bisogna stare attenti quando si prende Aureocort? Quali sono le precauzioni da osservare durante la terapia con Aureocort?

I cortisonici applicati localmente possono ridurre le resistenze cutanee verso batteri, virus e funghi e mascherare una reazione di ipersensibilità verso la clortetraciclina. Se il trattamento antibiotico concomitante è inappropriato, per l’effetto anti flogistico degli steroidi, si può verificare un miglioramento solo apparente della situazione clinica. Pertanto se le affezioni non rispondono prontamente ed effettivamente al trattamento combinato, questo dovrà essere sospeso e l’infezione curata adeguatamente con altri provvedimenti. È comunque necessario non superare una settimana di terapia passando poi al componete ritenuto necessario. L’uso eccessivo del prodotto come in caso di trattamento di zone estese o per terapie prolungate oltre il limite possono determinare fenomeni generali da assorbimento sistemico (sindrome di Cushing, inibizione dell’asse ipofisi–surrene) specialmente in soggetti con insufficienza renale. Nei bambini le pliche cutanee e il pannolino possono fungere da bendaggio occlusivo. L’uso prolungato o ripetuto del prodotto può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione o sviluppo di infezioni batteriche o micotiche non sensibili alla clortetraciclina se ciò si dovesse verificare occorre interrompere il trattamento e consultare il medico curante. Nelle donne in gravidanza e nella primissima infanzia usare solo in caso di effettiva necessità e sotto diretto controllo del medico.

Domande: Quali farmaci non vanno presi insieme a Aureocort? Quali alimenti possono interferire con Aureocort?

Non sono note interazioni medicamentose con altro farmaci.

Domande: Quali sono gli effetti collaterali di Aureocort? Devo sospendere la terapia se ho degli effetti collaterali dovuti a Aureocort?

Localmente segni di ipersensibilità come iperemia, edema, prurito e desquamazione; per trattamenti protratti oltre il limite è possibile la comparsa di atrofia cutanea, ipertricosi, eruzioni acneiformi, fragilità capillare, porpora. I fenomeni da eccesso di corticosteroidi sono rappresentati da astenia, adinamia, ipertensione arteriosa, turbe del ritmo cardiaco, ipopotassemia, alcalosi metabolica.

Domande: Cosa devo fare se per sbaglio ho preso una dose eccessiva di Aureocort? Quali sintomi dà una dose eccessiva di Aureocort?

Non sono stati segnalati casi di sovradosaggio.

Domande: Aureocort si può prendere in gravidanza? Aureocort si può prendere durante l'allattamento?

Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato solo nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.
L’AUREOCORT è un’associazione costituita da un corticosteroide, il triamcinolone acetonide, e un antibiotico a largo spettro, la clortetraciclina cloridrato. Il triamcinolone acetonide è un corticosteroide dotato di singolare affinità per la cute, date le sue caratteristiche fisico–chimiche particolari che ne esaltano la penetrazione in essa che l’attività. Pertanto, per il suo elevato potere antinfiammatorio e antipruginoso, il triamcinolone acetonide, esercita un’azione particolarmente efficace nelle più svariate affezioni cutanee.La clortetraciclina cloridrato (AUREOMICINA) ha anche per uso topico un ampio spettro d’azione, risultando efficace sui microganismi gram–positivi (streptococchi, stafilococchi, diplococchi) e gram–negativi (gruppo coliaerogenes). Oltre che per la sua efficacia, questo antibiotico è particolarmente adatto all’impiego topico per la sua stabilità e perché ben tollerato.
In studi di farmacologia l’AUREOCORT si è dimostrato efficace nel ridurre l’edema infiammatorio della zampa di ratto e la reazione infiammatoria cutanea sperimentalmente indotta nell’uomo.
L’applicazione topica di AUREOCORT nel ratto non produce effetti collaterali sistemici. Nel ratto e nel coniglio la somministrazione di AUREOCORT mitiga gli effetti irritanti indotti dalla applicazione ripetuta di formalina.